03/12/2018 - Orientare gli studenti all’Economia del mare: concorso “Leonardo 500” per le scuole primarie e secondarie


L’Italia è Paese di Navigatori, oltre che di Santi e di Poeti: appartiene al Mediterraneo e proprio alle sue coste dobbiamo molta parte delle nostre tradizioni.

Ma oggi il mare rappresenta anche un grandissimo valore aggiunto nell’economia del Bel Paese, se è vero che in Italia la cosiddetta Blue Economy sta vivendo un momento di particolare vitalità per ricchezza prodotta e posti di lavoro.


Pensiamo soltanto che nell’ultimo anno le imprese attive nella Blue Economy sono cresciute del 10,5%. Stiamo parlando di una vasta gamma di settori, tra cui la pesca, l’industria estrattiva, la cantieristica navale, la movimentazione di merci e passeggeri, il turismo e la ristorazione, la ricerca e la tutela dell’ambiente. Questo boom tocca in larga misura anche il Sud e il Centro del Paese e, udite udite, coinvolge soprattutto le realtà imprenditoriali guidate da under 35. Secondo il Rapporto sull’Economia del mare di Si.Camera, nel 2017 il 10% delle nuove aziende nate nel settore è guidato da giovani, in particolar modo nella filiera ittica, nei servizi ricettivi e di ristorazione e nelle attività sportive e ricreative.

Ecco che orientare studenti e studentesse verso una carriera lavorativa nell’ampio e vitale comparto dell’Economia del mare rappresenta una mossa vincente. Il mare, un valore aggiunto che tutto il mondo ci invidia e che può dunque essere un importante sbocco lavorativo per i giovani, in un Paese in cui l’occupazione stenta a decollare.

Un’interessante iniziativa voluta dal MIUR e dalla Centro Culturale Ambientale della Lega Navale Italiana mira esattamente ad avvicinare i giovani al mare. Parliamo di “Leonardo 500 – Il genio, la natura, l’acqua e il mare”, un concorso per studentesse e studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, ideato per celebrare il cinquecentesimo anniversario della morte del genio Leonardo Da Vinci e la sua attività d’ingegno rivolta proprio al mare e alle acque.

Il concorso, che richiede ai giovani di elaborare in forma individuale o collettiva opere in varie forme espressive (testi, fotografie, sculture, disegni, elaborati multimediali), darà la possibilità ai vincitori di avvicinarsi al mare e conoscerlo nella maniera più diretta e affascinante: sono infatti in palio corsi di vela di varia difficoltà in base all’età dei vincitori.


•      Home
•      Primo piano
•      Attualità
•      Sport
•     Agrinews
•     Newsflash
::Links
         
   
   
Sportello Consumatore
   
Blog Capo d'orlando Giovani